L’intervento di Renzi al Senato: “Questo governo non fa paura al PD ma all’Italia”

in politica di

Dopo il caso dell’arresto dei genitori e le polemiche che ne sono seguite, Matteo Renzi torna a parlare in Senato intervenendo sul decretone riguardanti il Reddito di Cittadinanza e Quota 100. Il senatore dem bolla il decreto in esame come “il biglietto da visita della maggioranza giallo-verde. Vedremo se il decreto porterà a un 2019 bellissimo, ad abolire la povertà e a realizzare il boom economico. Con questo decreto voi certificate di aver mentito agli elettori sul reddito di cittadinanza e la flat tax. Questo decreto segna la fine dell’innocenza del governo giallo-verde. Ma soprattutto è un atto di masochismo rispetto alla crisi“. Renzi continua rivendicando i risultati del proprio governo e a chi dà il merito di ciò alla presenza di Draghi alla BCE risponde: “Anche il vostro governo può contare su Draghi. Il problema non è che non c’è Draghi, ma che ci sono Toninelli e Di Maio“. Entrando nel merito della misura l’ex premier dice: “Non si combatte la povertà trovando 6.000 navigator e affidandogli l’incarico di trovare le proposte di lavoro a chi non ce l’ha. Voi utilizzate una cultura della paura sul futuro che è la stessa della Lega sull’immigrazione. Il futuro di una repubblica democratica fondata sul lavoro non può essere un sussidio e l’assistenzialismo“. Infine un messaggio diretto agli avversari: “il vostro è un linguaggio di odio che porta gli insulti sul web a una cantante che dice “apriamo i porti”. Siete i responsabili di una situazione di disagio nel paese, voi non fate paura al PD ma agli italiani“.

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*