Italia in recessione: botta e risposta Di Maio-Renzi

in politica di

Dopo le parole del premier Conte, anche l’Istat certifica che l’Italia è in recessione tecnica. Infatti, per il secondo trimestre di seguito, è stato certificata una contrazione del PIL del nostro Paese, una situazione che non si verificava dal 2014. Il governa però ostenta tranquillità. Il Presidente del Consiglio dichiara: “siamo fiduciosi che nel corso del 2019 raggiungeremo gli obiettivi che ci siamo prefissi“, e il vice-premier Di Maio fa sapere che per il 2019: “Non credo ci sarà bisogno di correggere le stime, nonostante la congiuntura economica difficile“. Il capo politico del Movimento 5 Stelle rilancia durante la conferenza stampa una attacco al PD: “i dati Istat di oggi testimoniano che chi stava al governo prima di noi ci ha mentito, non ci ha portato fuori dalla crisi“. A replicare a questa accusa è proprio Matteo Renzi, il quale, nella sua diretta di 60 secondi su Facebook, risponde: “Era dal 2013 che non andavamo così male. Naturalmente Di Maio dà la colpa ai governi PD, ai governi di prima, a me. E’ la tragedia disperata di un uomo ridicolo. Con noi ci sono stati 14 mesi di crescita, con loro immediatamente tutto si è bloccato. Per forza! Hanno cambiato le regole del mercato del lavoro, hanno creato sfiducia, hanno bloccato gli investimenti. Allora non facciamo polemiche: l’Italia sta andando a sbattere, fermiamoci“.

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*