Contraccettivi gratuiti: il Movimento 5 Stelle ritira l’emendamento copiato al PD

in politica di

Non sembra aver fine la vicenda che riguarda la contraccezione gratuita in Italia. Nei giorni scorsi il Movimento 5 Stelle aveva presentato un emendamento da inserire nella manovra di Bilancio per la gratuità dei contraccettivi. La misura era rivolta agli under 26, ai richiedenti asilo, alle donne che abbiano effettuato nei precedenti 12 mesi un’interruzione di gravidanza e alle persone con malattie sessualmente trasmissibili. Una misura simile era già stata deliberata lo scorso 12 novembre dalla regione Toscana, prevedendo anche la distribuzione gratuita della pillola anticoncezionale. Ma a quanto pare i pentastellati non hanno preso solo ispirazione da questa normativa. Infatti la deputata del PD Giuditta Pini sul suo profilo twitter contesta l’originalità della proposta tramite un post in cui afferma: “Lavori mesi ad una proposta sulla contraccezione gratuita. il M5S te la boccia in commissione. Poi prende il testo lo copia-incolla lo presenta in bilancio e fa un comunicato stampa per dire che è una loro proposta. poverini questa volta abbiate almeno la decenza di votarla”.

In realtà il voto auspicato dalla stessa Pini alla fine non ci sarà. Il capogruppo del Movimento 5 Stelle ha dichiarato nelle ultime ore che: “L’idea di fornire preservativi gratis anche ai migranti beneficiari di protezione internazionale o richiedenti asilo merita attenzione, ma per il momento è destinata a non avere riscontro”. Continua nella nota D’Uva, sostenendo che: “Si tratta di un emendamento proposto da alcuni esponenti del MoVimento 5 Stelle, che hanno autonomamente preso una iniziativa importante, sulla quale però non c’è accordo con la Lega”. 

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*