Ex treno di Renzi travolge e uccide una donna ma “la notizia non circola”

in cronaca di

Ieri una donna è stata investita e uccisa dal treno noleggiato dal Pd e utilizzato da Matteo Renzi per il suo tour politico “Destinazione Italia”. Una già sfortunata epopea conclusasi in modo tragico: Anna Chiara Nobili, 43 anni, stava attraversando i binari quando è stata investita dal convoglio Frecciabianca che transitava senza passeggeri a bordo nella stazione di Civita Castellana (Linea Fr1), presso la località Borghetto. La donna è morta sul colpo, inutile l’intervento del 118.

La stazione non ha un sottopasso e l’unico modo per passare da un binario all’altro – due in tutto – è un attraversamento sopra i binari.

Il deputato Achille Totaro, componente della commissione Trasporti, polemizza: “La stazione non ha un sottopasso e l’unico modo per passare da un binario all’altro (due in tutto) è un attraversamento sopra i binari. Nessuno ne parla, eppure risultano anche le sue generalità. Vogliamo capire: perché Trenitalia non ne ha dato comunicazione? Forse perché il treno coinvolto pare sia quello noleggiato da Renzi e dal Pd? L’impianto di illuminazione e acustico era funzionante? Perchè ne parlano soltanto i giornali locali di Umbria e Toscana?”.

Alcune ore fa il sito di Repubblica aveva titolato: “Donna travolta e uccisa da treno vuoto“, ma sulla pagina web della testata non c’è più traccia della’articolo. Si può trovare soltanto su google e cliccando risulta rimosso.

Nelle ultime ore, complici l’intervento del deputato e i rilanci di alcune agenzie d’informazione, la notizia sta cominciando a circolare. Tra le testate più importanti risulta però pubblicata soltanto sull’Huffington Post.

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

1 Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*