Messina, sparatoria davanti la discoteca M’ama. Ferita una ragazza

in cronaca di

Messina – Sparatoria davanti al lido M’ama getta la folla in panico. Una ragazza 34enne rimasta ferita. Immediato l’intervento delle forze dell’ordine.

È accaduto nella notte tra venerdì 21 e sabato 22 luglio, intorno alle 02:20 circa, davanti al M’ama, noto locale della movida estiva messinese. Due ragazzi, in sella ad un ciclomotore, hanno iniziato a sparare dalla pista ciclabile circostante ad altezza uomo. Cinque i colpi esplosi. Tre di questi sembrano aver colpito alla gamba e al collo una ragazza, G.C. 34 anni, che in quel momento si trovava davanti l’uscita del lido in compagnia della sorella e di un’amica.

Tempestivo l’intervento dei sanitari, che hanno condotto la ragazza al Pronto Soccorso dell’Ospedale Papardo dove è stata operata d’urgenza. La ferita sembra ora stabile e la 34enne non dovrebbe più essere in pericolo di vita. Sul posto sono intervenuti anche i militari del Nucleo RadioMobile di Messina. I responsabili non sono ancora stati identificati.

Secondo le prime ricostruzioni, la sparatoria sarebbe stata una ripicca nei confronti di alcuni adetti alla sicurezza che non hanno permesso ai due ragazzi di entare. Attimi di panico e terrore quelli conseguenti agli spari. La musica è stata spenta e la folla condotta in spiaggia. Inizialmente non si capiva cosa stava accadendo. “I colpi di pistola potevano essere scambiati per fuochi d’artificio” commenta qualche presente.

Ancora una volta la vera vittima è la musica, il divertimento. E anche se non si tratta chiaramente di un atto terrostico, la formula è esattamente la stessa. Barbarie mista a viltà e vigliaccheria che travolge un’innocente e sconvolge un’intera popolazione.

IL COMMENTO DEI PROPRIETARI

I gestori del M’ama commentano il grave episodio con un post sulla pagina Facebook ufficiale del locale

In merito alla disdicevole vicenda avvenuta nella notte del 21 Luglio:

Come proprietà, direzione e staff del lido/ristorante M’ama, in merito all’ormai tristemente nota vicenda avvenuta durante la notte del 21 Luglio vogliamo innanzitutto augurare di cuore una prontissima guarigione alla ragazza ferita dai criminali che, a bordo di uno scooter, hanno esploso da fuori del locale più colpi d’arma da fuoco.
Ci sembra doveroso comunicare che, il folle gesto di questi CRIMINALI, è avvenuto fuori dal locale, e che non crediamo abbia nessuna attinenza con il servizio che il locale stava offrendo in quel momento.
Non troviamo parole, se non di disgusto e di assoluta condanna, per descrivere l’increscioso evento che mortifica anni di lavoro, impegno, investimenti e la passione di tutti gli operatori del settore; troppo a lungo la città di Messina viene etichettata come città spenta e senza futuro, troppo spesso le opportunità per i giovani messinesi vengono spesso e volentieri mortificate per trovare sviluppo e realizzazione fuori da questa città; noi il futuro vogliamo costruirlo qui, contro ogni tipo di criminalità, contro ogni persona che, in barba alle leggi statutarie possa solo immaginare di compiere un atto così vigliacco ed incomprensibile; questo futuro vogliamo costruircelo da oggi stesso, con la stessa passione e la stessa voglia di vivere e divertirci.

 

 

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

Calabrese della provincia di Cosenza. Diplomata al liceo scientifico, ora vive a Messina, iscritta al corso di laurea di Scienze dell'Informazione e giornalismo. La sua ambizione più grande è quella di diventare una firma importante e reporter nei Paesi maggiormente disagiati per raccontare storie di vita quotidiana, mai ascoltate e mai banali.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*