Rivoluzione nell’industria del sesso. È arrivata Harmony

in Home/Tecnologia di

L’intelligenza artificiale trova applicazione in un ambito molto proficuo, quello del sesso, con un’invenzione molto particolare.

Stiamo parlando di Harmony, il robot del sesso che entrerà in commercio entro la fine dell’anno.

Il robot è stato ideato da Matt McMullen, fondatore di un’azienda che produce bambole in silicone, e somiglia più a una pornostar che a una comune donna. Con il “sex robot” l’umanità potrà dire addio alle bambole gonfiabili di una volta. Il Guardian, quotidiano londinese, annuncia una vera e propria evoluzione “2.0” di RealDoll, il modello precedente.

La caratteristica più straordinaria di Harmony è che il sex robot umanoide è in grado di interagire con il proprio proprietario. Parla, sorride, sbatte le ciglia e basta premere un pulsante per essere accontentati. Il “sex robot” prende l’iniziativa, elaborando dati e imparando cosa è in grado di procurare piacere sessuale e cosa no, proprio come una donna vera.

Con l’arrivo di Harmony non sono mancate le polemiche da parte dei femministi: “Le donne non sono oggetti da comprare, iniziative come queste sono discriminatorie, sessiste e riprovevoli”.

Ma McMullen replica:

È molto semplice: rendere la gente felice. Ci sono un sacco di persone che, per una ragione o per l’altra, hanno difficoltà a formare una relazione. Con Harmony ci proponiamo di dare a costoro un certo livello di compagnia, o almeno l’illusione della compagnia

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

Classe 1988, nata a Palermo. Laureata in Lettere Moderne, dopo un'esperienza a Milano, studia Teorie della Comunicazione presso l'Università di Palermo. In campo universitario si è occupata con passione di ricerche antropologiche. Due grandi passioni: stare a contatto con la gente e raccontare. La collaborazione con Moralizzatore è il primo passo verso nuove avventure

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*