La Roma antica finalmente accessibile

in cronaca/Cultura/Roma di

E’ ripresa lo scorso 13 aprile la nuova edizione del Viaggio nei Fori, la visita immersiva che riporta i visitatori ai tempi di Cesare e Augusto. Ideato da Piero Angela e Paco Lanciano e prodotto da Zètema Progetto Cultura, si tratta di una delle esperienze più innovative nel mondo culturale italiano.

Da quest’anno la visita al Foro di Cesare si arricchisce di un’importante novità: il percorso è infatti accessibile alle persone con difficoltà motorie e ipo-udenti, grazie alle tecnologie messe in campo da Orpheo, l’azienda che da quest’anno fornisce le audioguide per l’evento.

Orpheo, infatti, ha lanciato nel gennaio 2016 il programma “Arte per Tutti”, un progetto che ha l’obiettivo di rendere l’arte e la cultura fruibili alle persone con disabilità grazie alla creazione di percorsi universali. In questo caso, ad esempio, la sincronizzazione automatica tra l’audio e il video-mapping proiettato permette a tutti di godersi la visita senza dover schiacciare nessun tasto e agli utenti che hanno difficoltà motorie di assistere allo spettacolo come tutti.

Inoltre sono presenti degli cavi a induzione che permettono di collegare l’audio con gli apparecchi acustici delle persone ipo-udenti, garantendo un suono chiaro e pulito ed evitando al tempo stesso la fastidiosa sovrapposizione delle cuffie.

Insomma, in attesa che la Roma contemporanea riesca a mettere in campo tutte le azioni possibili per rendere la città accessibile a tutti, la Roma di Cesare è 2000 anni avanti anche in questo aspetto.

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*