Maccio Capatonda torna al cinema con “Omicidio all’italiana” (GUARDA)

in Cultura di

Maccio Capatonda è pronto a tornare al cinema con il film “Omicidio all’italiana”. Dopo l’Italiano Medio, il comico di Vasto trae spunto dal cosiddetto “turismo dell’orrore”, quel fenomeno che spinge sempre più persone a recarsi nei luoghi dei delitti più macabri in Italia e all’estero.

La pellicola è ambientata ad Acitrullo, località di fantasia dell’entroterra abruzzese che, a causa del progressivo spopolamento, conta ormai solo 16 abitanti.

Per evitare che Acitrullo diventi una città fantasma, il sindaco, interpretato dallo stesso Maccio, e il suo vice (Herbert Ballerina) utilizzeranno il decesso di una donna come opportunità per far credere che il paese è il luogo di un efferato omicidio.

A questo punto entra in scena il programma fake “Chi l’acciso” che, sotto la conduzione di Donatella Spruzzone (Sabrina Ferilli), si reca sul luogo per mandare in tv i dettagli più scabrosi di questo episodio di cronaca nera.

Riuscirà quindi Acitrullo a diventare la nuova Cogne, Avetrana o Novi Ligure? Ma soprattutto, riuscirà Marcello Macchia (questo il vero nome di Maccio) a superare il non proprio esaltante incasso della sua prima opera cinematografica?

Per rispondere a questi interrogativi non resta che aspettare il 2 marzo, data di uscita del film.

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*