ALESSANDRA MUSSOLINI

di

ALESSANDRA MUSSOLINI

L’ultima provocazione risale al 25 Gennaio, quando, alle spalle di Piazzale Valdo Fusi, per le strade del centro, è stato esposto un manifesto pubblicitario che prende di mira Alessandra Mussolini. L’europarlamentare dalle tendenze razziste, viene raffigurata come un’iconica Madonna che ha, per aureola, un preservativo. Sopra, la scritta: “Se sei razzista mettitelo in testa”, riprende e modifica lo slogan della campagna pubblicitaria lanciata da Daniele Viotti, europarlamentare del PD, contro l’AIDS. La Mussolini diventa così inconsapevole sponsor della nota marca di profilattici “Durex”, trasformata per l’occasione in “Duxlex” (la legge del duce), con chiari riferimenti alla sua fiera parentela.

La notizia, lanciata su twitter, tra risate e prediche, è subito diventata virale. È caccia all’anonimo artista, denominato per l’appunto il “Banksy torinese”. Per chi non s’intenda del settore, Banksy è un noto street artist britannico, ormai famoso in tutto il mondo per i suoi graffiti a sfondo satirico-sociale. Considerati delle vere e proprie opere d’arte, i suoi disegni raffigurano la povertà umana, le atrocità della guerra e le contraddizioni della politica. Inoltre egli non ha mai rivelato la sua identità, ma il suo tratto indistinguibile è ormai diventato un marchio di fabbrica.

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

Calabrese della provincia di Cosenza. Diplomata al liceo scientifico, ora vive a Messina, iscritta al corso di laurea di Scienze dell'Informazione e giornalismo. La sua ambizione più grande è quella di diventare una firma importante e reporter nei Paesi maggiormente disagiati per raccontare storie di vita quotidiana, mai ascoltate e mai banali.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*